Smettere di fumare è possibile e notevoli sono i miglioramenti: dai minori rischi di tumore a una migliore percezione del gusto.

In Italia il 22% della popolazione è fumatrice. Lo dimostrano i dati dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS) che mette in evidenza come questi dati, rispetto agli anni precedenti non scendano. Il fumo dunque è compagno di vita di molti italiani, 11,5 milioni per l’esattezza, e contribuisce ad aumentare notevoli rischi legati alla salute.

Ecco che smettere di fumare diventa importante per ogni fumatore, al fine di vivere una vita migliore e più sana. Si sa, smettere di fumare è più facile a dirsi che a farsi, tuttavia non impossibile.

Esistono tantissime storie di ex fumatori che hanno deciso di dire no alle sigarette e che, dopo aver affrontato una dura ma non impossibile prova, hanno riscoperto una vita più sana e meno dispendiosa in termini economici. Non basta voler smettere di fumare, bisogna capirne anche il perché.

Bisogna dunque motivarsi continuamente, credere in se stessi e soprattutto avere degli elementi tangibili immediatamente riscontrabili per convincersi giorno dopo giorno che il fumo non fa più parte della propria vita e che finalmente ci si può sentire liberi.

Ecco perché la LILT di Palermo, che costituisce uno dei Centri Antifumo (CAF) nel territorio, organizza dei Corsi Antifumo da 8 incontri per imparare a smettere di fumare. Attraverso un metodo cognitivo-comportamentale che va da una fase di preparazione a una d’azione e, grazie alla guida di uno psicologo, il fumo non è più un nemico imbattibile.

Conseguenze negative del fumo
Chi non ha mai sentito parlare delle conseguenze negative dovute al fumo? TV, radio, giornali e web non fanno che bombardarci, tuttavia ciò aiuta a tenere a mente che il fumo è un pericolo reale per la nostra vita.
Le conseguenze più conosciute sono i tumori: fumare aumenta notevolmente le probabilità di riscontrare tumori non solo ai polmoni, ma anche alla gola, alle labbra, alla prostata che complicherebbero le proprie condizioni di salute.
Ma i rischi non sono solo cancerogeni. Perfino da un punto di vista estetico si noterebbero dei cambiamenti negativi quali un aumento delle rughe attorno a guance, occhi e bocca e un aspetto ossuto del volto. Inoltre se siete amanti del cibo sappiate che fumando la percezione del gusto sarà minore, il che non vi permetterà di godervi i pasti appieno.

Benefici dello smettere di fumare
Cosa succede invece quando si smette di fumare? Il corpo fin dalle prime ore in cui si smette di fumare attua un processo di pulizia che cerca di ristabilire uno status più equilibrato della propria salute. Se nelle prime due ore si sentirà il bisogno di accendere una sigaretta, già 24 ore dopo il monossido di carbonio introdotto dal fumo scomparirà, con un conseguente aumento d’ossigeno. La nicotina nel proprio corpo scomparirà dopo 48 ore e si potrà assistere a una percezione del gusto nel cibo lievemente maggiore. L’astinenza sarà una dura nemica, ma già dopo due settimane la maggior parte dei sintomi acuti saranno sconfitti. I miglioramenti continueranno col passare del tempo, fino a quando il fumo non sarà altro che un ricordo.